Archive / Da Firenze al Pratomagno

RSS feed for this section
La torre di Galatrona

Nepo e i maghi della torre di Galatrona in Valdarno

Discostatevi, uomini da bene” disse il mago, “sono Nepo da Galatrona, e faccio fare ai diavoli ciò che mi pare e piace”. Per quasi due secoli, dalla metà del quattrocento alla metà del seicento, l’arcigno castello di Galatrona, torreggiante tra il Valdarno e la Valdambra, diede i natali a generazioni di maghi e stregoni, tanto […]

Le Balze del Valdarno

Guglie e pinnacoli come nei canyons: le Balze del Valdarno

Leonardo da Vinci scriveva del Valdarno: “Questa valle, dove li fiumi han consumato tutta la terra portata dall’acqua, e in fra essa terra si vede le profonde segature dei fiumi che quivi son passati”. Qui esistono due mondi fatti di case e paesi, vigne e campi coltivati: uno in alto, sull’altopiano non ancora eroso, e […]

Giocando lungo il torrente

Picnic di primavera: barbecue a Rocca Ricciarda in Pratomagno

All’inizio di Aprile la primavera avanza rapida dal mare verso l’interno risalendo i fiumi e poi i torrenti. Dai fondovalle scala le prime colline e poi le montagne più alte fino ai crinali, sale prima dai versanti Sud e poi da quelli Nord: viste da lontano, le faggete cambiano colore in una sola giornata, dal […]

trappola_main5

Il cavaliere senza testa e altre storie da brivido in Pratomagno

Si racconta che sul fondo del Pozzo Belicato, una pozza del Borro di San Clemente, viva (si fa per dire) l’anima di un cavaliere, ogni giorno imprigionato dall’acqua gorgogliante finché il sole scompare dietro i lontani monti del Chianti. Ma quando scende la notte, come nella leggenda di Sleepy Hollow, gli abitanti scorgono il cavaliere senza […]

le cascatelle delle Tre Fonti

Il sentiero alle Tre Fonti, a Trappola sopra Loro Ciuffenna

Si racconta che un giorno San Francesco, tornando dalla Toscana verso la sua Assisi, passasse dalle pendici del Pratomagno e poco prima di raggiungere il crinale fosse circondato da lupi famelici. Conoscendo il suo potere persuasivo nei confronti di tutti gli animali dobbiamo pensare che non ebbe affatto paura, ma comunque uno dei lupi, il […]

sotto il ponticello

Una notte in tenda nei boschi di Reggello

Le pianure interne italiane, sopra e sotto l’Appennino, possono diventare fornaci quando l’alta pressione africana rimonta portando aria infuocata e carica di umidità; in meno di un’ora da Firenze si può fuggire nell’ombra di una splendida foresta attraversata da torrenti, nemmeno troppo alta in quota eppure fresca e piacevole; la Svezia vi sembrerà a portata […]

La casa degli hobbit

Sentiero delle burraie di Santa Brigida, le case dei nostri hobbit

Esistono tutt’oggi alcune antiche burraie lungo i pendii della Montagna Fiorentina e sembrano casette di hobbit: sono per metà interrate e un tutt’uno con il bosco, abbastanza basse da doversi piegare per passare sotto l’arco d’ingresso, hanno una bella facciata in pietra da cui esce sempre un ruscelletto, che è l’anima stessa della burraia. All’interno […]

foglia

Una foresta accessibile e un sentiero per tutti in Secchieta

L’aggettivo accessibile si usa spesso per intendere un spazio o un servizio che grazie a speciali infrastrutture può essere fruito da persone in situazioni svantaggiate, certamente persone con difficoltà motorie o genericamente disabili ma anche genitori che portano i bambini in passeggino e carrozzina, anziani perfettamente deambulanti ma con ovvie difficoltà a fare scalini e […]

Il sentiero è facile e ci si può permettere di aspettare la notte

Passeggiare e arrampicare a Massanera, in Secchieta Pratomagno.

Le antiche Foreste di Vallombrosa sono così note ai Fiorentini come oasi di aria fresca nelle torride estati dell’entroterra toscano, da essere entrate nei modi di dire, a significare un luogo fresco e ben ventilato. Frequentati da escursionisti e ciclisti, questi crinali offrono innumerevoli escursioni per tutte le stagioni. Tra tutti, il sentiero di Massanera […]