Il percorso MTB 20 da Campigna alle Cullacce

MTB 20 Campigna – Cullacce: primo approccio con la bici fuori sentiero

La strada che unisce Campigna e le Cullacce è un’opera di altri tempi, scavata nella roccia e sostenuta da ponti in pietra locale, che il muschio copre e mimetizza con la foresta. Oggi è segnato come MTB 20, il più facile dei 21 percorsi in mountain bike segnalati nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.

Il tracciato è largo come una strada forestale, chiuso al traffico da una sbarra verso Campigna, il fondo solido e i dislivelli minimi e sempre molto graduali, dunque questa strada è percorribile anche con passeggini e sedie a rotelle. Noi decidiamo di farlo in bicicletta, un percorso piuttosto breve considerati gli appena 10 chilometri di tragitto andata e ritorno ma abbastanza da godere di una breve e rilassante prima esperienza di bici fuori strada. Dettaglio non trascurabile, i 18°C che si godono in queste foreste esposte a Nord, quando nei fondovalle sia Romagnoli che Fiorentini la temperatura sfiora i 34°C.

Il sentiero
Il percorso è facilmente individuabile partendo dall’Albergo Lo Scoiattolo di Campigna, storica struttura in funzione da più di un secolo nel versante Romagnolo del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Falterona e Campigna. Da qui si seguono le indicazioni per le Cullacce e dopo un paio di centinaia di metri una sbarra in legno segna l’inizio del percorso vero e proprio.
Lungo il sentiero è stato allestito il percorso natura “Alberi che toccano il cielo”: 20 tra le più comuni specie di alberi del parco sono identificate e illustrate da pannelli informativi.

Altri punti di interesse sono la sorgente della Madonnnina, così detta per la statuetta posta in una nicchia scavata nel 1730, come riporta la data incisa, e la Fonte del Raggio, quasi a fine percorso.
Si rientra per lo stesso percorso dell’andata, per lo meno con le biciclette.
A Campigna è possibile affittare mountain bike o e-bike (si veda il sito campigna.it)

Download file: cullacce.GPX