5 gite per raccogliere mirtilli, lamponi, more e fragoline (e corbezzoli in autunno)

Mirtilli lamponi more e fragoline sono i preziosi frutti che ci regala l’Appennino alla fine dell’Estate, quando le piante restituiscono tutto il calore raccolto dal sole nei mesi precedenti e le bacche lucide e colorate fanno capolino sotto le foglie.
I frutti di bosco sono buoni e salutari, sono ricchi di vitamina C e di antiossidanti. inoltre, i frutti di bosco sono divertenti da raccogliere e crescono in luoghi belli da vedere e da frequentare: per questo i frutti di bosco spesso arricchiscono le nostre gite in montagna con un’esperienza che coinvolge la vista, il tatto, l’olfatto e il gusto.
Ho selezionato un paio tra tutte le gite che ci hanno portato in questi anni a raccogliere frutti di bosco, l’elenco completo è disponibile a questo link.

I mirtilli occhieggiano da sotto le foglie

I mirtilli occhieggiano da sotto le foglie

Il paradiso dei frutti di bosco: l’Appennino Pistoiese
Quasi tutti i crinali appenninici sono letteralmente coperti da tappeti di piante di mirtilli; le piante di lamponi invece coprono i valloni più umidi e ombrosi, protetti dal vento e dalle tempeste. In Appennino Pistoiese, sopra Cutigliano e lungo il sentiero che dalla Doganaccia, per prati letteralmente coperti da piante di mirtillo, porta al Lago Scaffaiolo, questi frutti sono talmente abbondanti che la raccolta è vincolata da leggi locali a determinati periodi dell’anno. Qui il mirtillo è molto più che un frutto, è parte della cultura e della cucina locale, e oltre alla raccolta potrete goderne il gusto nelle gustose torte del rifugio Duca degli Abruzzi. Continua a scoprire…

 

 

 

Lamponi

Lamponi

I prati di lamponi del Passo del Cerreto
Come detto, i lamponi privilegiano luoghi ombreggiati e al riparo da venti e tempeste. Eppure le piante di lampone sono forti e si rigenerano ogni anno, dopo aver trascorso vari mesi sotto metri di neve.
Per arrivare allo splendido Bivacco Rosario, al Passo del Cerreto, si devono attraversare interi campi di lamponi, sotto le cui foglie si nascondono i frutti rubicondi e asprigni con i quali si fanno ottime guarnizioni per dolci, marmellate e sciroppi. Continua a scoprire…

 

Le more sono pronte per diventare marmellata

Le more sono pronte per diventare marmellata

Raccogliere more in Pratomagno
Le more sono gustosissimi frutti di bosco che non si lasciano facilmente conquistare. Maturano nei mesi più caldi, lungo assolate strade di campagna, protette da intricati tentacoli spinosi attraverso i quali occhieggiano maliziose. Eppure sono le bacche più buone, le più saporite, le più adatte a fare buonissime marmellate. Il difficile quindi è trovare un sentiero che a fine Agosto sia stato abbastanza assolato da far maturare le more ma che allo stesso tempo sia abbastanza fresco da rendere la raccolta piacevole e rilassante: una strada sterrata lungo un torrente balneabile oppure un sentiero assolato ma in quota. Un esempio è il sentiero della Trappola, in Pratomagno, tutto esposto a Sud-Ovest ma allo stesso tempo abbastanza in alto da godersi la rilassante passeggiata (ma, le more qui maturano a inizio Settembre!). Continua a scoprire…

Fragoline di bosco lungo la strada

Fragoline di bosco lungo la strada

Le fragoline di bosco
Le fragole di bosco sono una specie particolare di fragola che si differenza del suo parente coltivato per l’intensa fragranza e la morbidezza dei piccoli frutti. Le fragole di bosco sono famose per le guarnizioni di dolci ma sono prima di tutto buone e contengono tantissima vitamina C e tantissimo acido salicilico, le cui proprietà come antinfiammatorio sono note sin dai tempi antichi. Le piccole piantine sotto cui si nascondono i frutti hanno bisogno di sole ma non troppo caldo, per questo si rinvengono tipicamente lungo sentieri assolati e strade bianche di bassa e media montagna.
Per le fragole di bosco ho scelto l’antica strada lastricata che sale allo splendido Santuario della Verna: i bordi del sentiero ne sono pieni a inizio estate. Continua a scoprire…

 

I corbezzoli stanno maturando, altri sono già buoni

I corbezzoli stanno maturando, altri sono già buoni

I corbezzoli d’autunno
Chi ha detto che i frutti di bosco ci sono solo d’estate? Il corbezzolo è un arbusto sempreverde tipico della macchia mediterrranea, attraversa indenne le estati più calde e secche e quando inizia a fare freddo le sue grosse bacche passano dal verde al giallo e quindi al rosso: a quel punto i frutti sono pronti per essere colti, sono morbidi e dolcissimi, persino stucchevoli per qualcuno, di certo saporiti ed energetici.
La Toscana meridionale e in generale tutta la costa è ricca di questi arbusti: la passeggiata molto autunnale alla torre di Galatrona, tra Chianti e Valdarno Superiore, è uno dei percorsi abbondantemente allietati da queste piante e dai loro succosi frutti. Continua a scoprire…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: