Tag Archives: torrenti

Il mare di Brenna: dai bagni nel fiume Merse a Castiglion che Dio sol sa

Il mare di Brenna: dai bagni nel fiume Merse a Castiglion che Dio sol sa

I nostri antenati lo chiamavano il Mare di Brenna, quando il loro orizzonte non arrivava alla costa e qui si poteva nuotare a lungo, come in un mare. In estate questo tratto dell’alto Merse è davvero affollato come una spiaggia, dunque è necessario spostarsi un po’, risalendo il fiume lungo i canali e le chiuse […]

Orrido di Botri

Una escursione leggendaria: l’Orrido di Botri

All’ingresso dell’Orrido viene fornita una cartina, ma non corrisponde più in niente: la piena di Giugno ha stravolto completamente la morfologia, ricordandoci che fiumi e montagne sono cose vive, si plasmano a vicenda e cambiano nel tempo, a volte lenti come milioni di anni, altre volte con la rapidità di un cataclisma. La piena ha […]

Dalla Gorga Nera al Lago degli Idoli

I due laghi del Falterona: la Gorga Nera e il Lago degli Idoli

Ai piedi del Falterona un sentiero corre da Nord a Sud unendo due laghi pieni di fascino e mistero, la Gorga Nera e il Lago degli Idoli, in un tripudio di sorgenti e torrenti. Tre anni fa salimmo al Lago degli Idoli in Falterona per i sentieri che salgono dal versante casentinese, accompagnati da una […]

Il lago di Poggio Baldi e il Bidente a Corniolo

Il Sentiero Natura del lago di Corniolo, in Appenino Romagnolo

L’Italia è una terra giovane che scalpita e si muove di continuo come un cucciolo. Terremoti, frane, erosione, alluvioni, eruzioni vulcaniche cambiano il paesaggio e continueranno a farlo finché anche la nostra penisola diventerà parte di una grande terra antica e matura, come le grandi pianure continentali. Il torrente Bidente scorre tranquillo dall’Appennino Romagnolo verso […]

In riva al fiume lungo il Sentierelsa

Sentierelsa: il percorso fluviale delle meraviglie

Il fiume Elsa stupisce. Per un buon tratto dei suoi 60 chilometri di vita è un greto quasi secco, anche in primavera se la stagione è incredibilmente asciutta come quest’anno. Poi all’improvviso, poco prima di Colle Val d’Elsa, il fiume cattura vene di abbondanti acque termali. L’acqua allora diviene di un turchese intenso, scorre copiosa […]

In slittino al Borbotto, lungo la forestale di Castagno d'Andrea

In slittino sulla forestale di Castagno d’Andrea

Otto chilometri su sentieri innevati, per un totale di 300 metri di dislivello, sono un po’ troppi per un bambino di 5 anni. A meno che il genitore non abbia gambe buone. E uno slittino. Il versante fiorentino del Monte Falterona è il meno frequentato e il più selvaggio: sui sentieri che salgono da Castagno […]

I bozzi delle fate di Fivizzano

I bozzi delle fate di Fivizzano e il bioparco di Frignoli

Non può certo stupire che le fate usino i torrenti per fare il loro bucato in una terra magica come la Lunigiana, dove misteriose statue antropomorfe emergono di continuo dal terreno e gli streghi si appollaiano di notte sui noci isolati attendendo i passanti per condividere il loro destino. A poca distanza dal ferrigno castello […]

le pozze del Corsalone

Le pozze del Corsalone e le storie dipinte di Santa Maria del Sasso

Il torrente Corsalone nasce sul crinale appenninico e scorre per un lungo tratto tra grandi massi scaldati dal sole e impenetrabili canaloni nel cuore delle Foreste Casentinesi, così che quando finalmente la pendenza diminuisce l’acqua è già, se non calda, per lo meno non più gelida come alla sorgente. Qui il torrente forma belle pozze […]

Le piscine di Candalla

Le piscine naturali di Candalla e la sua valle selvatica

In apparenza in Apuane c’è poca, pochissima acqua. In estati torride come quelle del 2017, quando il caldo africano e la lunga siccità prosciugano la terra, in Apuane non troverete più una sola sorgente attiva e i torrenti saranno bianchi solchi dall’aspetto lunare. Ma le Apuane nascondono un segreto: quasi ogni goccia che cade sui […]

La fine del sentiero, alle cascate del Doccione

Le cascate del Doccione, una esperienza sensoriale per tutti

Immaginate di non avere la vista, ne’ di essere autonomi nel camminare. Siete stati accompagnati in un luogo dove l’aria intorno a voi si fa fresca e udite un suono fatto di mille voci tutte assieme, voci d’acqua: rivoli, gocce, scrosci, getti, pozze, spruzzi. Il vostro accompagnatore vi porta più avanti e voi adesso avvertite […]

Tra Lierna e Moggiona, vicino Camaldoli

A Moggiona, presso Camaldoli, nel paese del lupo

A volte il lupo sembra un essere creato dalla nostra immaginazione, sospeso com’è tra realtà e favola, un po’ animale da studiare e un po’ spirito dei boschi. Se il lupo fosse nato dalla nostra fantasia il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi sarebbe probabilmente la sua dimora, e Moggiona la sua leggendaria capitale. Il paese […]

Le Balze del Valdarno

Guglie e pinnacoli come nei canyons: le Balze del Valdarno

Leonardo da Vinci scriveva del Valdarno: “Questa valle, dove li fiumi han consumato tutta la terra portata dall’acqua, e in fra essa terra si vede le profonde segature dei fiumi che quivi son passati”. Qui esistono due mondi fatti di case e paesi, vigne e campi coltivati: uno in alto, sull’altopiano non ancora eroso, e […]

sul torrente Rovigo

Piscine naturali del Rovigo e la Badia di Moscheta

La val d’Inferno è una gola stretta tra alte pareti di arenaria e ammantata da folti boschi, scavata nei millenni da un piccolo torrente che non si sarebbe detto tanto potente da poter incidere la roccia come un ciclopico aratro. E’ una valle bellissima scavata dal torrente che scende verso Nord per andare a gettarsi […]

Giocando lungo il torrente

Picnic di primavera: barbecue a Rocca Ricciarda in Pratomagno

All’inizio di Aprile la primavera avanza rapida dal mare verso l’interno risalendo i fiumi e poi i torrenti. Dai fondovalle scala le prime colline e poi le montagne più alte fino ai crinali, sale prima dai versanti Sud e poi da quelli Nord: viste da lontano, le faggete cambiano colore in una sola giornata, dal […]

Madonna dell'Acero in inverno

Le cascate del Dardagna al Corno alle Scale

C’erano una volta due pastorelli che ogni estate portavano il gregge ai pascoli del Corno alle Scale. I due, poco più che bambini, erano entrambi sordomuti, ma erano tempi duri e nonostante tutto non esisteva riposo nelle loro estati su pascoli alti.  Un giorno i due furono colti da un improvviso temporale che, nonostante fosse piena estate, […]

Dentro la vera tana del lupo

Una tana di lupo vicino al rifugio i Diacci e il passo della Sambuca

Dal rifugio i Diacci, in Mugello, in una bella mattinata di inizio anno così anomala senza neve, Francesco, gestore e guida escursionistica, ci guida in una escursione nei dintorni. Si cammina per un paio di ore seguendo un anello a Ovest e Sud del rifugio, scendendo fino alla cascata dell’Abbraccio (alla quale eravamo arrivati anni […]

il "becco" della cascata

Una gita per tutti alle grotte di Labante e al suo presepe

Tra le colline pedemontane bolognesi c’è una cascata insolita che scorre tra pareti conosciute come grotte di Labante. L’acqua non si scava il letto ma piuttosto se lo costruisce strato dopo strato. Da secoli e millenni l’acqua scorre su un alto palco di roccia che sembra un antico acquedotto e si getta da un becco […]

trappola_main5

Il cavaliere senza testa e altre storie da brivido in Pratomagno

Si racconta che sul fondo del Pozzo Belicato, una pozza del Borro di San Clemente, viva (si fa per dire) l’anima di un cavaliere, ogni giorno imprigionato dall’acqua gorgogliante finché il sole scompare dietro i lontani monti del Chianti. Ma quando scende la notte, come nella leggenda di Sleepy Hollow, gli abitanti scorgono il cavaliere senza […]

le cascatelle delle Tre Fonti

Il sentiero alle Tre Fonti, a Trappola sopra Loro Ciuffenna

Si racconta che un giorno San Francesco, tornando dalla Toscana verso la sua Assisi, passasse dalle pendici del Pratomagno e poco prima di raggiungere il crinale fosse circondato da lupi famelici. Conoscendo il suo potere persuasivo nei confronti di tutti gli animali dobbiamo pensare che non ebbe affatto paura, ma comunque uno dei lupi, il […]

il fiume Cecina

Le piscine naturali del fiume Cecina, al Masso delle Fanciulle

A guardarsi intorno si direbbe che queste vallate non siano cambiate poi tanto dai tempi dei Kaiknas, una potente famiglia etrusca originaria della vicina Velathri (l’odierna Volterra) che signoreggiavano su queste terre e che lasciò in eredità il nome al fiume Cecina. L’entroterra della Val di Cecina, analogamente alla adiacente Val di Cornia, è una […]